Notizie

20
Lug

Comitato di sorveglianza ed accompagnamento dell'attuazione dei Programmi 2014-2020

 

Si svolgerà, domani alle 11:00, nella prestigiosa cornice del Salone delle Fontane al centro dell'Eur di Roma, la terza riunione del Comitato di sorveglianza ed accompagnamento dell'attuazione dei Programmi 2014-2020.
Un fondamentale momento di incontro e confronto tra le Amministrazioni nazionali e regionali, titolari di Programmi cofinanziati dai Fondi SIE (Fondi Strutturali e di Investimento Europei), e i rappresentanti della Commissione Europea e del Partenariato economico, sociale e istituzionale.

Il Comitato è presieduto dal Direttore Generale dell’Agenzia per la Coesione Maria Ludovica Agrò e dal Capo Dipartimento per le politiche di coesione Vincenzo Donato.
(Fonte: Agenzia per la Coesione Territoriale)
(http://www.agenziacoesione.gov.it/it/Notizie_e_documenti/news/2017/luglio/comitato_ap_200717)

 

 

 
20
Lug

Nuove imprese in Molise, pubblicati bandi da 2 milioni. Frattura e Veneziale: 60 giorni per presenta

Ripresa produttiva e occupazionale, "si possono presentare da oggi ed entro i prossimi 60 giorni le candidature agli avvisi da 2 milioni di euro a valere sui fondi Por Fesr Fse 2014-2020 per la creazione di nuove imprese nel Molise", lo comunicano il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, e l'assessore allo Sviluppo economico, Carlo Veneziale. I due distinti bandi pubblici, destinati rispettivamente ai lavoratori dell'area di crisi complessa e al resto del territorio regionale, sono stati pubblicati sul Bollettino ufficiale (edizione straordinaria del 18 luglio, scaricabile dal sito istituzionale della Regione).

Gli avvisi sostengono la creazione di nuove imprese (lavoro autonomo o attività di impresa in forma associata) che riguardano la creazione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli, la fornitura di servizi alle imprese e alle persone, il commercio di beni e servizi , il turismo e la promozione culturale. Le possibili forme giuridiche delle imprese: ditta/impresa individuale, società di persone, società di capitali, società cooperativa.

Per ogni singolo partecipante è stato stabilito un contributo massimo di 30 mila euro a fondo perduto. Il contributo è estendibile fino a 200 mila euro per progetti presentati da più partecipanti.

Le domande vanno presentate online sulla piattaforma Mosem all'indirizzo web https://mosem.regione.molise.it

Avviso per la creazione di imprese da parte dei lavoratori dell'area di crisi complessa

Dotazione finanziaria di 1.000.000 euro. Si rivolge ai disoccupati o percettori di misure di sostegno al reddito, comunque denominate, che dalla data del 1 gennaio 2008 risultavano occupati con rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato (collaborazione a progetto, collaborazioni coordinate e continuative, collaborazioni occasionali, soci lavorati, etc.) presso aziende coinvolte nelle crisi delle seguenti attività:

polo avicolo agroalimentare: Solagrital-Gam e aziende dell'indotto;

polo tessile: Ittierre Spa e aziende dell'indotto;

polo meccanico (ambito Venafro-Pozzilli).

Avviso per la creazione di imprese nell'intero territorio regionale

Dotazione finanziaria di 1.000.000 euro. Si rivolge ai cittadini del resto del territorio molisano. Tra le spese ammissibili sono annoverate le spese per l'acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, le spese per l'acquisto di componenti hardware e software utili per l'attività di impresa compreso la realizzazione di siti internet, le spese per ristrutturazione/adeguamento dei locali funzionali all'attività imprenditoriale, le spese per consulenze strategiche funzionali all'attività nella misura massima del 10% dei costi.

 
20
Lug

Progetto europeo Data Pitch: opportuità per startup e Pmi

Si chiama Data Pitch ed è un progetto europeo dedicato all'innovazione aperta a livello comunitario che riunisce organizzazioni del settore pubblico e privato che dispongono di dati, insieme a start-up e Pmi che lavorano con i dati.
Si basa su una competition caratterizzata da sfide stabilite dalle organizzazioni che detengono i dati e da un accelerator programme  per aiutare le startup e le Pmi a sviluppare soluzioni che rispondano a queste challenges. Le candidature per il programma – della durata di sei mesi – e che inizierà da febbraio 2018 sono aperte: startup e le Pmi hanno tempo fino al 1° ottobre 2017 per presentare la propria domanda di ammissione. Le sfide riguarderanno i settori Retail, Sport e Ricreazione, Analisi dei dati, Trasporti, Gestione dei dati, Salute e Benessere, Empowering degli Utenti Online, Lifelong Learning, Living, Manifattura Smart, Logistica & Maintenance e Turismo.
Ogni sfida può essere affrontata mediante l'utilizzo di uno o più set di dati, aperti, condivisi o chiusi. Le startup e le Pmi propongono proposte per creare prodotti e servizi innovativi ad alto impatto, in risposta alle sfide definite.
I vincitori riceveranno un supporto finanziario e servizi di consulenza per sviluppare un business robusto e sostenibile.

SCARICA IL REGOLAMENTO
https://datapitch.eu/apply/

(Fonte: www.ildenaro.it - Sezione: Opportunità)

(http://ildenaro.it/incentivi-economia/169-incentivi/84519/progetto-europeo-data-pitch-opportunita-per-startup-e-pmi)

 
20
Lug

Mezzogiorno, Check up Confindustria: la disoccupazione giovanile il doppio del Nord.

 

Cresce l'occupazione nel Mezzogiorno rispetto ad un anno fa (+1%), ma con un ritmo piu' lento negli ultimi mesi: un campanello d'allarme che non va trascurato, soprattutto in considerazione dei numeri rilevanti perduti durante la crisi, solo parzialmente recuperati. La disoccupazione resta elevata (21%) ed e' anzi in crescita per effetto dell'aumento delle persone che si riaffacciano sul mercato del lavoro in cerca di occupazione: resta, in particolare, altissima la disoccupazione giovanile (56,3%), ad un livello doppio rispetto alle regioni del Centro-Nord. Questi alcuni dati che emergono dal Check Up di meta' anno che Confindustria e SRM dedicano all'economia meridionale dai quali si evidenzia come elevato resta il numero dei NEET, dei giovani che non studiano e non lavorano: sono 1 milione e 800 mila al Sud (piu' di meta' del dato nazionale), e di questi sono ben 800 mila quelli che non hanno neppure un titolo di studio. Al Sud piu' ancora che al Nord, dunque, un intervento per favorire l'accesso dei giovani al lavoro e' decisivo e non piu' differibile.

(Fonte: www.ildenaro.it - Sezione: Approfondimenti)

(http://ildenaro.it/approfondimenti/95-approfondimenti/84515/mezzogiorno-check-up-confindustria-la-disoccupazione-giovanile-il-doppio-del-nord)

 
20
Lug

Fondo Garanzia PMI: record di Startup Innovative

Sono state 1.432 le startup innovative che al 30 giugno 2017, hanno ricevuto un prestito garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI in questi quattro anni di doperatività, per un totale di i circa 477 milioni di euro, ben 60 milioni di euro in più rispetto al trimestre scorso, una media di prestiti pari a 212mila euro da restituire in circa 4 anni e mezzo (il 25% circa delle operazioni ha una durata prevista inferiore a 18 mesi), distribuiti su 2.243 operazioni (416 startup hanno ricevuto più di un prestito).

=> Finanziamenti start-up, ecco le favorite

A fornire i dati su “Le imprese innovative e il Fondo di Garanzia per le PMI” è stato il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato ieri il 12° Rapporto periodico riguardante la possibilità, istituita dal D.L. n. 179/2012, per le startup innovative e gli incubatori certificati di chiedere un prestito bancario con l’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI, ricorrendo gratuitamente ad una procedura semplificata che esclude qualsiasi valutazione di merito creditizio ulteriore rispetto a quella già effettuata dall’istituto, per operazioni di garanzia fino a 2,5 milioni di euro, la garanzia copre fino all’80%.

Solo nel secondo trimestre 2017 sono state 403 le operazioni di finanziamento approvate dal Fondo di Garanzia per le PMI verso startup innovative, il numero più alto mai rilevato, ben 49 in più rispetto al record precedente, relativo al 1° trimestre 2017.

 

Inoltre, si legge nel Rapporto:

“Allo stato attuale, le operazioni già giunte a scadenza senza attivazione della garanzia rappresentano l’8,2% del totale, mentre il 64,1% è in regolare ammortamento. Sono solamente 27 le operazioni per cui è stata effettivamente attivata la garanzia del Fondo, un tasso estremamente più contenuto rispetto a quello segnato dalle altre società di capitali di recente costituzione (0,9% contro 8,3%)”.

A ricorrere al Fondo di Garanzia per le PMI sono soprattutto le startup innovative del Centro-Nord: la Lombardia mantiene il primato per numero di operazioni (588) e risorse mobilitate (oltre 153 milioni di euro), a seguire Emilia-Romagna e Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige, che si collocano ai vertici per tasso di utilizzo dello strumento sul totale regionale delle startup iscritte.

=> Start-up innovativa, definizione e vantaggi

Le PMI innovative, che possono utilizzare dallo scorso anno questo strumento introdotto dallo “Startup Act italiano” a sostegno dell’ecosistema nazionale dell’innovazione, ovvero il Fondo di Garanzia in modalità gratuita e semplificata, hanno fatto già registrare 101 operazioni autorizzate, di cui 78 già risultate nell’erogazione di un prestito, per un totale erogato pari a circa 26 milioni di euro, in aumento di 7 milioni rispetto al 31 marzo.

(Fonti: MiSE. e PMI.it - Autore: Noemi Ricci)

(http://www.pmi.it/economia/finanziamenti/news/160392/fondo-garanzia-pmi-record-startup-innovative.html)

 

Pagina 10 di 1150