06
Set

Parlami alla radio

Parlami alla radio: in Molise la nuova informazione interagisce con tutti

Parlami alla radio: in Molise la nuova informazione interagisce con tutti

Verso il Premio Egov 2012 (Riccione, 20 settembre): la partecipazione dei cittadini, in Regione Molise, viaggia anche sulle frequenze radiofoniche di “P.A.rlami alla radio”, uno dei quattro nuovi progetti innovativi presentati dall’ente locale per la prossima edizione del Premio Egov. “L’idea di una web radio è nata una sera chiacchierando con i miei collaboratori” spiega l’Avv.Alberta De Lisio, giovane Direttore del Servizio Avvocatura Regionale, Affari Giuridici e Legislativi e Rapporti Istituzionali, ideatrice dei progetti in gara insieme il dott. Pietro Notarangelo, Direttore Generale della Programmazione Regionale e Coordinamento delle Politiche di Sviluppo Territoriale,Risorse finanziarie, umane e strumentali e Organizzazione


Da settembre partirà la prima web radio della vostra Regione: perché proprio questo progetto e come sarà gestito?

Pensando a come potevamo comunicare efficacemente con il milione di molisani che risiedono all’estero e soprattutto come avere una possibilità in tempo reale di interagire con i nostri coetanei e i più giovani, abbiamo pensato che la radio resta sempre il miglior mezzo per comunicare. “Amo la radio perché arriva tra la gente, entra nelle case, ti parla direttamente” cantava Eugenio Finardi. Oggi con il web la radio torna a essere davvero la voce di tutti e per tutti. Dunque era ora di dar voce alla nostra istituzionale Regionale.


Ci sarà una redazione ad hoc per la gestione dei contenuti, o sarà compito dell’ufficio stampa?
Inizialmente saremo noi della struttura dei rapporti istituzionali a gestire la redazione, anche perché con noi lavorano anche due giornalisti. Successivamente cercheremo di avere “sponde” da altre strutture soprattutto se, come spero, allargheremo gli spazi di programmazione a tutte le materie di interesse pubblico. Ma ovviamente ci sarà spazio per la musica e le comunicazioni più “leggere”.


“P.A.rlami alla radio” è un progetto tutto rivolto ai cittadini. Nel vostro piano di innovazione, tuttavia, un grande spazio è dedicato all’innovazione intesa come veicolo di crescita e aggiornamento per i dipendenti regionali, con il progetto M.E.S.I. e “Non crediamo alle favole”. Può spiegarci di cosa si tratta?
Il Progetto M.E.S.I. (Motivazione Emozione Strategia Innovazione) mira a qualificare la presenza del personale nella Pubblica Amministrazione regionale e non solo, prestando attenzione al benessere organizzativo. Con l'inserimento di files tematici e questionari di gradimento, si avvia il primo step di un progetto che vedrà coinvolte successivamente tutte le amministrazioni del territorio regionale nell'ottica del "Sistema Molise" fortemente voluto dalla nostra Amministrazione. Informare, motivare, stimolare e sostenere il potenziale umano. Questo l'obiettivo. Perché pensiamo che la crescita umana dei nostri collaboratori sia molto di più di un semplice slogan.


E per quanto riguarda invece l’altro progetto “Noi crediamo alle F.A.VO.L.E.”?
Noi crediamo alle F.A.VO.L.E. (Facciamo Amministrazione VOlando Lungo le Esperienze) invece prevede Aule Virtuali con piattaforma moodle tra le più diffuse per l’e-elarning. Da settembre inizierà, in parallelo con l'Aula sita in Regione, il corso breve di Diritto delle Procedure Amministrative e tecniche di redazione degli atti amministrativi. E' il primo di una serie di seminari e workshop che nel corso dell'anno raccorderanno varie amministrazioni e istituzioni presenti sul territorio con i cittadini, in moduli condivisi per l'implementazione delle conoscenze interne ed esterne alle Amministrazioni, per l'approfondimento di temi attuali e di interesse, per consentire la condivisione delle conoscenze in modo da avere un'utenza più consapevole e quindi più coinvolta.



I quattro progetti presentati spaziano dalla riqualificazione del personale al mondo della formazione e dell’informazione, avendo come minimo comune denominatore la persona al centro: quali sono le linee guide che stanno indirizzando le politiche egovernment del Molise?
La Regione Molise ha presentato quest’anno alla grande, attenta e professionale platea del FORUM PA il portale “sistemamolise.it”. Ecco, questo è stato il primo passo di un più ampio e ambizioso progetto fortemente voluto dalla Presidenza della Regione Molise, e incluso nella Finanziaria regionale, teso ad istituire una sorta di piattaforma operativa unica per il sistema delle autonomie e per il mondo dell’associazionismo economico e no-profit. Il tutto con il dichiarato e ambizioso obiettivo di dare maggiore operatività a ogni singolo sistema, facilitare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini, rendere sempre più stabile ed incisivo il rapporto di collaborazione tra i vari soggetti interessati.


Sistemamolise.it” rappresenta dunque la “piattaforma” virtuale, e la “vetrina” web che esporrà, e quindi renderà immediatamente fruibili, tutti i collegamenti con ciascuno dei siti ufficiali ed istituzionali della Regione, delle Province, dei Comuni e di ogni altra istituzioni pubblica e privata che a vario modo, titolo e grado opera sul territorio molisano al servizio dei cittadini e del mondo delle imprese. La vivacità progettuale di ogni singola amministrazione locale, unita all’esigenza di dialogare costantemente con i propri cittadini, e di promuovere a fini di crescita e di sviluppo il territorio, deve trovare opportuna dimora nel portale “sistemamolise.it” e più in generale nel progetto “Sistema Regione Molise” che vorrà essere la rete informatica e strutturale su cui costruire il futuro del Molise, sia dal punto di vista della crescita delle comunità, che per quanto riguarda l’implementazione culturale della società e quindi del benessere percepito. Non a caso tutti i progetti presentati fanno “base” su questo sito e sulla sua piattaforma di innovazione. Crediamo molto in questi progetti e riteniamo che le nostre dimensioni territoriali e demografiche, unite alla vitalità delle istituzioni che operano sul nostro territorio, potranno dare in tempi non lunghi i risultati positivi che attendiamo in termini di miglioramento dei servizi e di creazione di un nuovo sviluppo che ci possa far uscire prima e meglio dall’attuale momento di crisi internazionale che insieme al resto dell’Italia e dell’Europa stiamo vivendo.


Per il futuro quali sono i progetti in cantiere?
Il progetto “sistemamolise.it” si va ad inserire in un più ampio disegno voluto dalla Regione Molise in materia di semplificazione, informatizzazione, digitalizzazione e dematerializzazione iniziato da un paio di anni La gestione documentale informatizzata all’interno della Regione Molise e la conseguente sostituzione dei supporti tradizionali in favore del documento informatico rappresentano un elemento di rilievo all’interno dei processi di riforma della gestione dell’attività amministrativa regionale. La dematerializzazione sta costituendo inoltre una delle linee di azione maggiormente significative ai fini della riduzione della spesa pubblica regionale. Per questo, con più idee progettuali che attuano queste linee di governance, il Molise si sta facendo largo per diventare un esempio di buona amministrazione.


La Regione Molise ha pensato di “fare sistema”. E di farlo soprattutto e anzitutto in rete. "E’ un sostegno al ruolo di governo svolto dall’istituzione regionale: per rendere fruibili le informazioni di settore, infatti, il sito si arricchirà di tutti i contributi del territorio regionale poiché la localizzazione impone alle Regioni di essere al passo e di porre al centro della propria azione di sistema l'individuo, il patrimonio locale materiale e immateriale del gruppo. E’ quello che stiamo cercando di fare per cambiare il Molise e renderlo completamente 2.0". “Una sinergia del territorio, uno strumento di sviluppo e apertura verso l’esterno che porta la Regione Molise al passo con le Regioni italiani più grandi e più brillanti in tema di sinergie economiche”. La globalizzazione e l’informatizzazione completa sono obiettivo dell’Istituzione regionale molisana perché possa il territorio portarsi avanti con i tempi.


Simona Silvestri

da: http://www.egovnews.it/articolo/15976/Parlami-alla-radio-in-Molise-la-nuova-informazione-interagisce-con-tutti-Ed-e-solo-l-inizio