Immagine
Inclusione di immigrati al Sud: i progetti entro il 15 settembre
Mercoledì 02 Agosto 2017
C’è tempo fino al 15 settembre per partecipare alla seconda edizione dell’Iniziativa Immigrazione lanciata dalla Fondazione Con il Sud che mette a disposizione complessivamente 2,5 milioni di euro per favorire l’inclusione lavorativa e il contrasto alla tratta e allo sfruttamento sessuale degli immigrati presenti nelle regioni meridionali (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia).Chi può partecipareL’iniziativa si rivolge a partnership composte da almeno tre organizzazioni di terzo settore - a cui potranno aggiungersi il mondo delle istituzioni, dell’università, della ricerca, dell’economia – per la presentazione di progetti in uno dei due ambiti indicati dal bando: inclusione lavorativa degli immigrati, attraverso inserimento professionale o avvio di esperienze di lavoro autonome; contrasto a tratta e sfruttamento sessuale, attraverso iniziative che affianchino e sostengano chi ne è vittima e permetta loro di raggiungere piena inclusione e integrazione sociale. Gli interventi dovranno prevedere il pieno coinvolgimento degli immigrati, valorizzandone competenze, relazioni e capacità di agire nella comunità in cui vivono.ContributiPer essere ammessi a finanziamento i progetti dovranno prevedere una richiesta di contributo non superiore a 400mila euro e una quota di co-finanziamento pari ad almeno il 20 per cento del... Leggi tutto...
DL Sud: De Vincenti, altri 3,5 mld a sostegno della crescita
Mercoledì 02 Agosto 2017
"Appena il provvedimento sara' in Gazzetta Ufficiale, il Sud avra' a disposizione un ulteriore efficace strumento a sostegno della crescita, in aggiunta al  precedente decreto Sud dell'inverno scorso e ai Patti per il Sud. Un insieme di misure che toccano tutti i tasti delle problematiche del Mezzogiorno finalizzate ad accompagnare e sostenere quella ripresa di cui da due anni, secondo tutti gli  indicatori, ci sono segnali confortanti". Cosi' il Ministro per la  Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti ha commentato il voto finale sul Dl Mezzogiorno. "Il Governo, da tre anni a questa parte - ha aggiunto - lavora con determinazione a centrare l'obiettivo della crescita del Meridione. E con questo provvedimento riteniamo di aver dato una bella spinta. Quasi tre miliardi e mezzo di risorse destinate al Sud, tutte risorse nazionali, tutte destinate a stimolare investimenti e a creare occupazione, soprattutto giovanile"."Ai benaltristi, quelli cioe' per i quali serve sempre ben altro - ha concluso - dico che il tasso di riformismo di questo esecutivo si misura sulle cose fatte, non sui proclami". Di seguito, le principali novita' contenute nel provvedimento approvato oggi in via definitiva dalla Camera dei  Deputati: l'asse principale del provvedimento si fonda sulle misure per la nascita e la crescita di nuove imprese. In quest'ottica, e' stato confermato lo... Leggi tutto...
Politiche di sviluppo: relazione conti pubblici territoriali 2017
Mercoledì 02 Agosto 2017
E’ online, sul sito dell'Agenzia Nazionale per la Coesione, la Relazione annuale Cpt (conti pubblici territoriali) 2017, Politiche nazionali e politiche di sviluppo a livello territoriale, con l’aggiornamento dei flussi finanziari pubblici regionali sulla base dei dati del 2015 e le prime anticipazioni sul 2016. Nella Relazione è presente un’analisi delle diverse componenti della spesa in Italia e nelle sue regioni e una valutazione delle modifiche intervenute negli ultimi anni sui principali aggregati, con particolare riferimento alla spesa per lo sviluppo.  Tra i temi trattati sono presenti anche un aggiornamento del focus sulla spesa per la Cultura, un’analisi del rapporto tra le politiche ordinarie e le risorse aggiuntive e una simulazione dell’impatto della clausola del 34 per cento delle risorse ordinarie a favore del Sud previsto dalla Legge n. 18/2017. La relazione è accompagnata da un Quaderno regionale, La spesa pubblica in conto capitale nelle regioni italiane organizzato per schede relative a ciascun territorio, che costituisce un agile strumento a supporto dei territori. Per approfondimenti: Conti Pubblici Territoriali (Fonte: www.regioni.it)... Leggi tutto...
DL Sud: Finocchiaro, Governo conferma impegno per il mezzogiorno
Mercoledì 02 Agosto 2017
''Con la conversione definitiva oggi del secondo decreto-legge dedicato appositamente allo sviluppo delle  regioni meridionali, il Governo conferma e mantiene un impegno preso  personalmente dallo stesso Presidente del Consiglio sin dal suo  insediamento''. Lo afferma la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro. ''Il Mezzogiorno ha fatto segnare nel 2016 tassi di crescita superiori a quelli delle regioni settentrionali - ricorda la ministra - ma  troppo ampio è ancora il divario e troppo deboli gli effetti sulla  condizione sociale della popolazione per consentirci di distogliere  l'attenzione. Per questo, accanto all'azione ad ampio raggio che il  Governo sta realizzando per accelerare la crescita economica del Paese e sostenere chi è più in difficoltà, il provvedimento approvato oggi  dalla Camera comprende ulteriori misure di sostegno  all'imprenditorialità nelle aree del Sud Italia, a partire dall'istituzione delle Zone economiche speciali, con procedure  amministrative semplificate e agevolazioni fiscali che rafforzano  quelle già previste dal credito d'imposta''. ''In particolare - aggiunge Finocchiaro - voglio esprimere una particolare soddisfazione per la norma 'Resto al Sud', volta a  finanziare le attività imprenditoriali di under 35 residenti al Sud o  emigrati, che intendono ritornare nei propri luoghi di origine. Come  nota... Leggi tutto...
Immagine
Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree
Mercoledì 02 Agosto 2017
Il MIUR ha pubblicato l’avviso per la presentazione di Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale con scadenza il 9 novembre 2017. Il bando disciplina le procedure per la concessione e l’erogazione di agevolazioni a favore di progetti tecnologici  e di ricerca industriale, per i quali vengono messi a disposizione complessivamente 497 milioni di euro, a valere sul PON Ricerca e Innovazione e sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020. Dell’intera somma di risorse stanziate, 393 milioni di euro sono destinati alle Regioni del Mezzogiorno (quelle meno sviluppate e in transizione) e 104 milioni di euro alle Regioni del Centro-Nord, a condizione che le attività progettuali siano svolte nell’ambito delle proprie unità operative ubicate nelle regioni del sud, in misura pari almeno all’80% del totale dei costi ammissibili esposti in domanda. Le aree di specializzazione, oggetto dell’intervento, che potrebbero interessare le imprese del comparto dell’autotrasporto e della logistica, sono quella dell’ “Agrifood” e  “Fabbrica Intelligente e Mobilità sostenibile”. La domanda di partecipazione deve essere presentata nella forma del partenariato pubblico-privato, costituito fra Imprese e università locali, nonché PMI tecnologiche, che potrebbero essere già aziende fornitrici. Il bando è abbastanza articolato e complesso e prevede una ... Leggi tutto...

PRIMO PIANO

Crisi: Caldoro, proposta a Governo e UE per salvare le imprese

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

Una misura "salva imprese", una proposta al Governo e all'Europa, per le aziende che "soffrono, non per debiti", ma perch vantano crediti nei confronti della Pubblica amministrazione a causa del ritardo nei pagamenti. Il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, rilancia una proposta gi avanzata al Governo qualche tempo, in un video postato sul blog di www.caldoropresidente.it, per dare una boccata d'ossigeno alle imprese in attesa di essere pagate dalla Pubblica amministrazione che in ritardo o "per il patto di stabilit o per carenza di liquidit" e che non hanno cassa anche per la stretta creditizia.

Elemento di "garanzia" con gli istituti di credito "pu essere la Regione" che "dice" alla banca "queste imprese, che sono sane e devono avere soldi dal sistema pubblico oppure aspettano misure del Governo, rischiano di fallire".

Con la misura "salva imprese", la Regione, quindi, diventerebbe garante presso gli istituti di credito anche perch, come ha spiegato Caldoro, l'ente sa, "io so, quali saranno i comparti che avranno investimenti e cassa nelle prossime settimane e sapremo quello che il Governo metter in campo, insieme con la Regioni, per sostenere le imprese".

Di questa misura, ha sottolineato, si discuter nel corso del convegno che si svolger domani a Napoli, al quale parteciperanno la Regione, la Commissione europea, il Governo, Confindustria, gli amministratori del Mezzogiorno. Per Caldoro, " assurdo" che il mondo del credito, "con le sue regole, sempre pi strette, europee - giuste o no, e per molti aspetti ingiuste - e chi deve pagare e non lo fa, non dialoghino".

In mezzo "ci sono le imprese che soffrono". "Apriremo questa sperimentazione al Sud - ha sottolineato - Ci sono tutte le condizioni per dare una risposta alla crisi cos dura che viviamo. E' il momento di fare scelte coraggiose". Nel convegno di domani si parler delle piccole e medie imprese, "il pezzo pi importante del sistema Paese e soprattutto del Mezzogiorno, che producono reddito e occupazione".

"Ci saranno le richieste che abbiamo fatto come Regioni del Sud gi da tempo al Governo". "Finalmente, dalle ultime notizie si mettono in campo le cosiddette misure anti recessione e anti crisi per le imprese - ha concluso - Tutte queste misure che devono dare una scossa all'economia".

(Fonti:www.salernonotizie.it e ANSA)

Ultimo aggiornamento Venerdì 14 Settembre 2012 08:20

 

Pagina 5843 di 5847

Eventi

<<  Gennaio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Progetto "Quote Bianche"

Progetto "tutto trema ... e noi balliamo"

Galleria degli eventi

Icona galleriafoto1 Immagini relative agli avvenimenti della nostra regione

Area riservata

area-riservata Spazio riservato ai soli registrati al sito

Manovra anticrisi

50euro Manovra aggiuntiva pubblicazione in G.U. :

Il decreto nr. 138/2011, inerente la manovra aggiuntiva