Immagine
Inclusione di immigrati al Sud: i progetti entro il 15 settembre
Mercoledì 02 Agosto 2017
C’è tempo fino al 15 settembre per partecipare alla seconda edizione dell’Iniziativa Immigrazione lanciata dalla Fondazione Con il Sud che mette a disposizione complessivamente 2,5 milioni di euro per favorire l’inclusione lavorativa e il contrasto alla tratta e allo sfruttamento sessuale degli immigrati presenti nelle regioni meridionali (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia).Chi può partecipareL’iniziativa si rivolge a partnership composte da almeno tre organizzazioni di terzo settore - a cui potranno aggiungersi il mondo delle istituzioni, dell’università, della ricerca, dell’economia – per la presentazione di progetti in uno dei due ambiti indicati dal bando: inclusione lavorativa degli immigrati, attraverso inserimento professionale o avvio di esperienze di lavoro autonome; contrasto a tratta e sfruttamento sessuale, attraverso iniziative che affianchino e sostengano chi ne è vittima e permetta loro di raggiungere piena inclusione e integrazione sociale. Gli interventi dovranno prevedere il pieno coinvolgimento degli immigrati, valorizzandone competenze, relazioni e capacità di agire nella comunità in cui vivono.ContributiPer essere ammessi a finanziamento i progetti dovranno prevedere una richiesta di contributo non superiore a 400mila euro e una quota di co-finanziamento pari ad almeno il 20 per cento del... Leggi tutto...
DL Sud: De Vincenti, altri 3,5 mld a sostegno della crescita
Mercoledì 02 Agosto 2017
"Appena il provvedimento sara' in Gazzetta Ufficiale, il Sud avra' a disposizione un ulteriore efficace strumento a sostegno della crescita, in aggiunta al  precedente decreto Sud dell'inverno scorso e ai Patti per il Sud. Un insieme di misure che toccano tutti i tasti delle problematiche del Mezzogiorno finalizzate ad accompagnare e sostenere quella ripresa di cui da due anni, secondo tutti gli  indicatori, ci sono segnali confortanti". Cosi' il Ministro per la  Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti ha commentato il voto finale sul Dl Mezzogiorno. "Il Governo, da tre anni a questa parte - ha aggiunto - lavora con determinazione a centrare l'obiettivo della crescita del Meridione. E con questo provvedimento riteniamo di aver dato una bella spinta. Quasi tre miliardi e mezzo di risorse destinate al Sud, tutte risorse nazionali, tutte destinate a stimolare investimenti e a creare occupazione, soprattutto giovanile"."Ai benaltristi, quelli cioe' per i quali serve sempre ben altro - ha concluso - dico che il tasso di riformismo di questo esecutivo si misura sulle cose fatte, non sui proclami". Di seguito, le principali novita' contenute nel provvedimento approvato oggi in via definitiva dalla Camera dei  Deputati: l'asse principale del provvedimento si fonda sulle misure per la nascita e la crescita di nuove imprese. In quest'ottica, e' stato confermato lo... Leggi tutto...
Politiche di sviluppo: relazione conti pubblici territoriali 2017
Mercoledì 02 Agosto 2017
E’ online, sul sito dell'Agenzia Nazionale per la Coesione, la Relazione annuale Cpt (conti pubblici territoriali) 2017, Politiche nazionali e politiche di sviluppo a livello territoriale, con l’aggiornamento dei flussi finanziari pubblici regionali sulla base dei dati del 2015 e le prime anticipazioni sul 2016. Nella Relazione è presente un’analisi delle diverse componenti della spesa in Italia e nelle sue regioni e una valutazione delle modifiche intervenute negli ultimi anni sui principali aggregati, con particolare riferimento alla spesa per lo sviluppo.  Tra i temi trattati sono presenti anche un aggiornamento del focus sulla spesa per la Cultura, un’analisi del rapporto tra le politiche ordinarie e le risorse aggiuntive e una simulazione dell’impatto della clausola del 34 per cento delle risorse ordinarie a favore del Sud previsto dalla Legge n. 18/2017. La relazione è accompagnata da un Quaderno regionale, La spesa pubblica in conto capitale nelle regioni italiane organizzato per schede relative a ciascun territorio, che costituisce un agile strumento a supporto dei territori. Per approfondimenti: Conti Pubblici Territoriali (Fonte: www.regioni.it)... Leggi tutto...
DL Sud: Finocchiaro, Governo conferma impegno per il mezzogiorno
Mercoledì 02 Agosto 2017
''Con la conversione definitiva oggi del secondo decreto-legge dedicato appositamente allo sviluppo delle  regioni meridionali, il Governo conferma e mantiene un impegno preso  personalmente dallo stesso Presidente del Consiglio sin dal suo  insediamento''. Lo afferma la ministra per i Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro. ''Il Mezzogiorno ha fatto segnare nel 2016 tassi di crescita superiori a quelli delle regioni settentrionali - ricorda la ministra - ma  troppo ampio è ancora il divario e troppo deboli gli effetti sulla  condizione sociale della popolazione per consentirci di distogliere  l'attenzione. Per questo, accanto all'azione ad ampio raggio che il  Governo sta realizzando per accelerare la crescita economica del Paese e sostenere chi è più in difficoltà, il provvedimento approvato oggi  dalla Camera comprende ulteriori misure di sostegno  all'imprenditorialità nelle aree del Sud Italia, a partire dall'istituzione delle Zone economiche speciali, con procedure  amministrative semplificate e agevolazioni fiscali che rafforzano  quelle già previste dal credito d'imposta''. ''In particolare - aggiunge Finocchiaro - voglio esprimere una particolare soddisfazione per la norma 'Resto al Sud', volta a  finanziare le attività imprenditoriali di under 35 residenti al Sud o  emigrati, che intendono ritornare nei propri luoghi di origine. Come  nota... Leggi tutto...
Immagine
Avviso per la presentazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle 12 aree
Mercoledì 02 Agosto 2017
Il MIUR ha pubblicato l’avviso per la presentazione di Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale con scadenza il 9 novembre 2017. Il bando disciplina le procedure per la concessione e l’erogazione di agevolazioni a favore di progetti tecnologici  e di ricerca industriale, per i quali vengono messi a disposizione complessivamente 497 milioni di euro, a valere sul PON Ricerca e Innovazione e sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020. Dell’intera somma di risorse stanziate, 393 milioni di euro sono destinati alle Regioni del Mezzogiorno (quelle meno sviluppate e in transizione) e 104 milioni di euro alle Regioni del Centro-Nord, a condizione che le attività progettuali siano svolte nell’ambito delle proprie unità operative ubicate nelle regioni del sud, in misura pari almeno all’80% del totale dei costi ammissibili esposti in domanda. Le aree di specializzazione, oggetto dell’intervento, che potrebbero interessare le imprese del comparto dell’autotrasporto e della logistica, sono quella dell’ “Agrifood” e  “Fabbrica Intelligente e Mobilità sostenibile”. La domanda di partecipazione deve essere presentata nella forma del partenariato pubblico-privato, costituito fra Imprese e università locali, nonché PMI tecnologiche, che potrebbero essere già aziende fornitrici. Il bando è abbastanza articolato e complesso e prevede una ... Leggi tutto...

PRIMO PIANO

Studiare all'estero - ecco il bando interculrura

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

E' disponibile sul sito di Intercultura (www.intercultura.it) il nuovo bando di concorso 2018-19 per trascorrere un intero anno scolastico, un semestre, un trimestre, un bimestre o 4 settimane estive in uno dei 65 Paesi di tutto il mondo dove la Onlus promuove i suoi programmi. In palio, un numero sempre maggiore sia di posti a disposizione sia di borse di studio totali o parziali: rispettivamente più di 2.100 i posti disponibili per un anno scolastico, un semestre, un trimestre, un bimestre, un'estate e 1.500 le borse, tra quelle sponsorizzate e quelle messe a disposizione da Intercultura. Il bando è rivolto a tutti gli studenti delle scuole superiori nati tra il 1 luglio 2000 e il 31 agosto 2003. Le 1.500 borse di studio parziali o totali, di cui circa la metà provengono dall'apposito fondo di Intercultura, consentono la partecipazione ai programmi da parte degli studenti più meritevoli e bisognosi di sostegno economico (si va dalle borse totali che coprono il 100% della quota di partecipazione, a quelle parziali che coprono una percentuale variabile tra il 20% e l'80% della stessa). Le altre centinaia, tra borse di studio totali e contributi sponsorizzati, saranno messe a disposizione grazie alla collaborazione tra la Fondazione Intercultura e diverse aziende, banche, fondazioni ed enti locali. L'elenco verrà continuamente aggiornato da metà agosto in poi sul sito alla pagina http://www.intercultura.it/borse-di-studio-offerte-da-sponsor).  Per gli studenti che frequentano all'estero l'intero anno scolastico, la normativa scolastica italiana riconosce la possibilità di accedere alla classe successiva senza ripetere l'anno. Il Ministero dell'Istruzione ha chiarito (nota 843/2013) che le esperienze di studio all'estero sono ''parte integrante dei percorsi di formazione e di istruzione'' e che sono ''valide per la riammissione nell'istituto di provenienza". (www.intercultura.it/normativa). Inoltre, le esperienze di studio all'estero sono equiparate ai progetti di Alternanza Scuola Lavoro: per riconoscerle contano le competenze acquisite e il parere del Consiglio di Classe. Gli studenti potranno iscriversi al concorso tra il 1 settembre e il 10 novembre per aggiudicarsi un posto tra i programmi scolastici proposti e una delle borse di studio. Per ricevere tutte le informazioni sui programmi, è possibile già da ora consultare sul sito i recapiti dei volontari di 155 città in tutta Italia e, a partire da settembre, l'elenco degli incontri pubblici organizzati sempre dai volontari di Intercultura. I benefici e le competenze che si acquisiscono attraverso i programmi di mobilità individuale, spiega Intercultura, sono sempre più conosciuti tra gli studenti e le famiglie italiane, tanto da spingere lo scorso anno oltre 7.000 adolescenti a tentare il concorso. Secondo l'ultima ricerca dell'Osservatorio sull'internazionalizzazione delle scuole promosso dalla Fondazione Intercultura (www.scuoleinternazionali.org), condotta su 900 ex partecipanti partiti tra il 1977 e il 2012, l'83% tra questi non ha avuto difficoltà a trovare lavoro o a cambiarlo e il tasso di disoccupazione complessivo è al di sotto del 9% (vs un dato italiano pari al 14% tra i 20 e i 54 anni); solo il 2% degli over 34 anni vive ancora con i genitori (vs 12% del dato nazionale) e, soprattutto, sono persone soddisfatte della propria carriera, perché coerente con i propri interessi e aspirazioni, e della loro vita: il 90% si dichiara complessivamente felice, uno stacco netto rispetto alla media degli italiani che è del 67%. Lo sanno bene alcuni tra gli ''ex borsisti'' più noti di Intercultura come gli astronauti Luca Parmitano Samantha Cristoforetti; Diego Piacentini, Commissario Straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale, Franco Bernabè ed Enrico Cucchiani, cavalieri del lavoro e dirigenti d'azienda, Luca Barilla, Vice Presidente Barilla SpA, i giornalisti Maria Concetta Mattei e Oliviero Bergamini, lo scrittore Antonio Scurati. Al di là del programma prettamente scolastico, quali sono state effettivamente le competenze sviluppate che questi adolescenti si giocheranno nel proprio curriculum lavorativo e personale nel corso della loro vita? Innanzi tutto una maggiore indipendenza (87,7%), alla faccia di chi vuole etichettare a tutti i costi come eterni ''bamboccioni'' questa generazione di globetrotter, e una maggiore capacità di affrontare imprevisti e situazioni diverse da quelle conosciute (85,5%), che altro non è che il modo migliore per perpetuare il Made in Italy nel mondo, ovvero l'affermazione dell'originalità e della fantasia italiane. Seguono: uno spiccato senso critico (79,7%) sviluppato grazie all'impostazione di molti sistemi scolastici esteri che danno maggiore opportunità agli studenti di esprimere il proprio giudizio, e la tanto richiesta capacità di problem solving (64,8%).  Tra i dati più positivi è l'incremento della percentuale dei professori che apprezza pienamente l'esperienza all'estero vissuta dal proprio studente: 33,9% contro il 29,5% dello scorso anno. Che cosa giudicano positivamente in particolare i docenti? Al di là della conoscenza delle lingue (64,8%), è interessante constatare che viene notata soprattutto la maggiore capacità di partecipare attivamente alle lezioni (55,5%): questo perché molti partecipanti ai programmi si rendono conto solo una volta all'estero che il diritto allo studio non è così scontato come hanno sempre creduto e sviluppano un maggiore rispetto verso l'istituzione scolastica. Seguono: il livello di preparazione complessiva (35,2%) che evidentemente non ha subìto ripercussioni negative dal periodo trascorso in una scuola dove vengono insegnate materie e programmi diversi, e la velocità nell'apprendimento (34,4%) che permette agli studenti di rimettersi alla pari dei propri compagni nel corso dell'estate, una volta rientrati in Italia. L'Associazione Intercultura (fondata nel 1955) è un ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. Ha status di ONLUS, Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, ed è iscritta al registro delle associazioni di volontariato del Lazio: è infatti gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. E' presente in 155 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all'AFS Intercultural Programs e all'EFIL. Ha statuto consultivo all'UNESCO e al Consiglio d'Europa e collabora ad alcuni progetti dell'Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Affari Esteri dell' dell'Istruzione, Università e Ricerca.  A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per l'attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L'Associazione promuove organizza e finanzia programmi scolastici internazionali: ogni anno più di 2.000 studenti delle scuole superiori italiane trascorrono un periodo di studio all'estero e vengono accolti nel nostro Paese quasi 1.000 ragazzi da tutto il mondo che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l'incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo.

(Fonte: www.ildenaro.it - Sezione: Incentivi)

(http://ildenaro.it/)



 

Pagina 11 di 5847

Eventi

<<  Gennaio 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Progetto "Quote Bianche"

Progetto "tutto trema ... e noi balliamo"

Galleria degli eventi

Icona galleriafoto1 Immagini relative agli avvenimenti della nostra regione

Area riservata

area-riservata Spazio riservato ai soli registrati al sito

Manovra anticrisi

50euro Manovra aggiuntiva pubblicazione in G.U. :

Il decreto nr. 138/2011, inerente la manovra aggiuntiva