Immagine
Nell’Ue ci sono 8,8 milioni di disoccupati che si sono arresi
Giovedì 25 Maggio 2017
Hot Topics Brexit Elezioni Francia Roma 2017 Tajani Oneuro In Europa c’è un potenziale non sfruttato, un esercito silenzioso di persone fuori dal mercato del lavoro pronto per entrarvi ma che non viene intercettato. Eurostat stima che nel 2016 siano stati almeno 11,3 milioni i cittadini Ue potenzialmente impiegabili nel mercato del lavoro eppure lasciati al di fuori di esso. Sono due le categorie di cittadini che scappano ai contratti di lavoro tra la fascia di età compresa tra i 15 e i 74 anni. Da una parte ci sono quanti sono idonei e pronti a lavorare, ma disoccupati da lungo tempo e tanto scoraggiati da non cercare più un lavoro (8,8 milioni). Non facile, individuarli. Dall’altra parte ci sono quelle persone che cercano un impiego ma che non sono disponibili a lavorare da subito (2,3 milioni). Si tratta in particolare di studenti in corso o a fine ciclo di studi. L’Italia è il Paese a cui spetta il triste primato in questa speciale classifica. Mentre il tasso Ue del potenziale occupazionale non utilizzato è del 4,5% della forza lavoro, quello italiano è del 13%. In termini assoluti ci sono in totale 3,4 milioni di nazionali tra idonei non alla ricerca (3,3 milioni) e quanti cercano posti di lavoro ma non per l’immediato (109mila persone). Dai dati Eurostat relativi alla sola fascia di popolazione considerata “giovane” (15-24 anni), emerge... Leggi tutto...
Immagine
Servizio civile, pubblicati bandi per selezionare 47mila volontari
Mercoledì 24 Maggio 2017
Sono stati pubblicati online (www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it) i bandi 2017 del Dipartimento della Gioventu' e del Servizio Civile Nazionale per la selezione di 47.529 volontari da impiegare in progetti di Servizio civile nazionale in Italia e all'estero. I ragazzi potranno scegliere tra 1.887 progetti (di cui 94 all'estero) presentati dagli enti inseriti nell'Albo nazionale e tra 2.907 progetti presentati dagli enti iscritti negli albi regionali e delle provincie autonome. Nel dettaglio, 26.304 giovani volontari (di cui 788 all'estero) saranno impiegati nei progetti presentati dagli enti inseriti nell'Albo nazionale e 21.225 quelli per progetti presentati dagli enti iscritti negli Albi regionali e delle provincie autonome. Alla selezione potranno partecipare ragazze e ragazzi tra i 18 e i 28 anni interessati ad un'esperienza di cittadinanza attiva nei settori dell'assistenza, della protezione civile, dell'ambiente, del patrimonio artistico e culturale, dell'educazione e promozione culturale. Le domande di partecipazione alle selezioni dovranno essere inviate direttamente agli enti titolari del progetto entro le ore 14.00 del 26 giugno 2017. E' possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra quelli inseriti nel bando nazionale o nei bandi regionali e delle provincie... Leggi tutto...
MIPAAF SOCIAL: ATTIVO SU FACEBOOK MESSENGER IL SERVIZIO DI RISPOSTA IN TEMPO REALE PER I CITTADINI
Mercoledì 24 Maggio 2017
Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato lanciato oggi, in occasione del ForumPa 2017, il nuovo servizio chatbot del Mipaaf attivo su Facebook Messenger per rispondere in tempo reale, 24 ore su 24, alle domande degli utenti su notizie e indicazioni pratiche. “Le risposte in un click”: cliccando, infatti, “Invia un messaggio” sulla pagina Facebook del Ministero, sarà possibile attivare la chatbot, selezionare l’argomento desiderato e ricevere immediatamente le informazioni necessarie. Dagli ultimi comunicati stampa alle misure adottate in favore dei giovani, dai fondi e strategie della Politica agricola comune al settore della pesca, alle norme e ai decreti in vigore. Chi non troverà immediatamente la risposta potrà inviare comunque un messaggio diretto a cui risponderà l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Ministero. Un filo diretto per semplificare ulteriormente l’accesso alle informazioni e accorciare ancora di più le distanze tra i cittadini e la Pubblica Amministrazione. “L'importanza di una comunicazione immediata e diretta delle attività del Ministero per il mondo agricolo e agroalimentare – afferma il Ministro Maurizio Martina – rende imprescindibile l'utilizzo di nuovi strumenti e piattaforme. Lo abbiamo visto anche con le giornate di formazione gratuita che abbiamo organizzato... Leggi tutto...
FORUM PA: AL VIA 28^ EDIZIONE, FOCUS SU INNOVAZIONE
Mercoledì 24 Maggio 2017
Tre giorni di grandi eventi di scenario, convegni tematici sulle politiche d'innovazione, tavoli di lavoro  per i vertici delle amministrazioni e delle aziende e seminari di  formazione gratuita quelli del Forum Pa 2017, la manifestazione  sull'innovazione della Pubblica Amministrazione in programma dal23 al 25 maggio al Roma Convention Center "La Nuvola". Organizzata  da FPA, societa' del gruppo Digital 360, la 28esima edizione e' dedicata alla PA sostenibile: quale amministrazione serve per  permettere all'Italia di raggiungere entro il 2030 i 17 Obiettivi  di Sviluppo Sostenibile approvati dall'Assemblea generale delle  Nazioni Unite? Nella grande hall espositiva del FORUMPA17, si e'  svolta la cerimonia inaugurale con il taglio del nastro e gliindirizzi di saluto del ministro della PA e della semplificazione, Marianna Madia, il sindaco di Roma Capitale, Virginia Raggi. Al centro del convegno di apertura di FORUMPA17 e' stata presentata la riforma della PA, madre di tutte le riforme, da parte della Ministra Madia intervistata da Claudio Cerasa, direttore de "Il Foglio". A seguire un convegno, aperto dal Presidente dell'ISTAT Giorgio Alleva e chiuso dal Direttore generale dell'AgID AntonioSamaritani, sullo sviluppo sostenibile, i suoi indicatori e il ruolo dell'innovazione tecnologica. Tra i tanti ospiti nell'agenda di FORUM PA 2017, ci saranno ilministro... Leggi tutto...
inShare2 Email Stampa +T -T Agricoltura: Istat pubblica dati su andamento economico settore
Mercoledì 24 Maggio 2017
L’Istat presenta i dati 2016 sull’andamento dell’economia agricola. Con oltre 30 miliardi di euro correnti l'Italia, nel 2016, è il primo paese Ue28 per livello di valore aggiunto in agricoltura e la performance dei vari comparti pone l'Italia tra i primi tre paesi europei per produzione agricola. Il valore aggiunto di agricoltura, silvicoltura e pesca ha segnato un calo del 5,4% a prezzi correnti e dello 0,7% in volume, determinato in buona parte dal crollo delle produzioni olivicole (-44,7% in volume). I prezzi dei prodotti agricoli venduti risultano in forte calo (-3,4%), mentre i prezzi dei prodotti acquistati segnano una flessione meno marcata (-1,5%); ne deriva una diminuzione dei margini rispetto al 2015. Il valore aggiunto del comparto agroalimentare, che oltre al settore agricolo comprende quello dell'industria alimentare, cresce dello 0,4% in termini correnti e dello 0,1% in volume. Nonostante l'andamento non positivo del settore agricolo, le Unità di lavoro crescono complessivamente dello 0,9%; particolarmente pronunciato è l'incremento delle unità dipendenti (+2,3%), cui si associa una lieve crescita di quelle indipendenti (+0,3%). Risultati positivi si registrano anche per l'industria alimentare, dove l'incremento delle Unità di lavoro è pari allo 0,5%. Nel 2016 si registra un marcato calo della produzione agricola in volume per le... Leggi tutto...

PRIMO PIANO

Nell’Ue ci sono 8,8 milioni di disoccupati che si sono arresi

  • PDF
  • Stampa
  • E-mail

In Europa c’è un potenziale non sfruttato, un esercito silenzioso di persone fuori dal mercato del lavoro pronto per entrarvi ma che non viene intercettato. Eurostat stima che nel 2016 siano stati almeno 11,3 milioni i cittadini Ue potenzialmente impiegabili nel mercato del lavoro eppure lasciati al di fuori di esso. Sono due le categorie di cittadini che scappano ai contratti di lavoro tra la fascia di età compresa tra i 15 e i 74 anni. Da una parte ci sono quanti sono idonei e pronti a lavorare, ma disoccupati da lungo tempo e tanto scoraggiati da non cercare più un lavoro (8,8 milioni). Non facile, individuarli. Dall’altra parte ci sono quelle persone che cercano un impiego ma che non sono disponibili a lavorare da subito (2,3 milioni). Si tratta in particolare di studenti in corso o a fine ciclo di studi. L’Italia è il Paese a cui spetta il triste primato in questa speciale classifica. Mentre il tasso Ue del potenziale occupazionale non utilizzato è del 4,5% della forza lavoro, quello italiano è del 13%. In termini assoluti ci sono in totale 3,4 milioni di nazionali tra idonei non alla ricerca (3,3 milioni) e quanti cercano posti di lavoro ma non per l’immediato (109mila persone). Dai dati Eurostat relativi alla sola fascia di popolazione considerata “giovane” (15-24 anni), emerge come siano più gli sfiduciati dei motivati. In tutta l’Ue ci sono 1,7 milioni di giovani leve che hanno smesso di cercare un impiego, contro i 692mila che invece guardano annunci e fanno application per impieghi non immediati. Anche in questo è l’Italia il primo Paese: quasi un terzo del potenziale occupazionale europeo giovane non sfruttato (512mila persone) si trova nel Paese.

(Fonte: www.Eunews.it - Sezione: Economia - Autore: Emanuele Bonini)

(http://www.eunews.it/2017/05/24/nellue-ci-sono-88-milioni-di-disoccupati-che-si-sono-arresi/86296)

 

Pagina 1 di 5678

Eventi

<<  Maggio 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Progetto "Quote Bianche"

Progetto "tutto trema ... e noi balliamo"

Galleria degli eventi

Icona galleriafoto1 Immagini relative agli avvenimenti della nostra regione

Area riservata

area-riservata Spazio riservato ai soli registrati al sito

Manovra anticrisi

50euro Manovra aggiuntiva pubblicazione in G.U. :

Il decreto nr. 138/2011, inerente la manovra aggiuntiva